Quèl Parlass...
( Quel Parlarsi. )

L'è staa bèll
ul nòst nà
lungh i ann pasaa insèma
quèll tegniss strénc i mann
quèll parlass...

Caminà in sü la strada
cunt ai boord la riscìada
ciapà sü 'n quèj tupicch
scarligà... ma pö nà
'ncamò drizz.


Saltà via una büsa
e sbaglià sü 'n quèj pass
e pö ridich a sura
e pü nanca pensacch.

Cun strengiüü fort i man
l'è anmò bèll
ul nòst nà lungh i ann
e schivà un altar sass.
Senza tanti paroll...
quèll parlass.

E' stato bello
il nostro andare
lungo gli anni passati insieme,
quel tenersi strette le mani,
quel parlarsi...

Camminare sulla strada
con ai bordi l'acciottolato,
prendere qualche inciampo, scivolare.. ma poi andare ancora via diritti.


Saltare una buca
e sbagliare qualche passo
e poi riderci sopra
e non più pensarci.

Con strette forte le mani
è ancora bello
il nostro andare lungo gli anni
e scansare un altro sasso.
Senza tante parole...
quel parlarsi.


torna su